Professionalità a confronto sulla violenza di genere a Taranto

“PROFESSIONALITA’ A CONFRONTO PER IL CONTRASTO E LA PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE”

La violenza di genere è la violenza perpetrata contro le donne basata sul genere, ed è ritenuta una violazione dei diritti umani. La violenza contro la donna consiste in qualsiasi comportamento o abuso di potere che produca danni e sofferenza fisica, sessuale o psicologica. La violenza sulle donne è riconosciuta come un grave problema sociale di dimensioni mondiali. È la manifestazione della storica differenza in termini di potere all’interno delle relazioni di genere, differenza che ha portato alla dominazione e alla discriminazione nei confronti delle donne da parte degli uomini e all’impossibilità di un completo sviluppo per le donne.

La violenza di genere e tutte le forme di molestie e di sfruttamento sessuali, incluse quelle che risultino dal pregiudizio culturale e dal traffico internazionale, sono incompatibili con la dignità e il valore della persona umana, e perciò devono essere eliminate. Nelle raccomandazioni internazionali la violenza di genere è solitamente definita come violenza esercitata dal genere maschile sul genere femminile.

Al contrario di quanto comunemente si pensa, il fenomeno della violenza:

  • si manifesta soprattutto in ambito familiare e tra la persona violenta e la vittima esiste un legame affettivo;
  • coinvolge donne di ogni età, di ogni estrazione sociale e culturale;
  • comprende forme e modalità di diverso tipo, non solo quello fisico (verbale, psicologica, economica…);
  • provoca danni fisici e mentali con gravi conseguenze a breve e a lungo termine;
  • è un trauma grave, vissuto come una profonda umiliazione e minaccia di vita;
  • tende a cronicizzarsi nel tempo.

Nella Convenzione del Consiglio d’Europa sulla PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA (Istanbul, 11.5.2011) si evince che con l’espressione “violenza nei confronti delle donne” si intende designare una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata. La violenza alle donne è riconosciuta come un grave problema sociale di dimensioni mondiali. Più del 90% di tutti gli incidenti di violenza domestica sono crimini commessi contro una donna.

Questo nuovo trattato del Consiglio d’Europa è il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza, e di prevenire, perseguire ed eliminare la violenza contro le donne e la violenza domestica. L’elemento principale di novità è il riconoscimento della violenza sulle donne come forma di violazione dei diritti umani e di discriminazione.

_____________________

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto e l’Associazione Nazionale Magistrati presso la Scuola Forense di Taranto organizzano un incontro sul tema

“PROFESSIONALITA’ A CONFRONTO PEtribunaleR IL CONTRASTO E LA PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE”

Auditorium “Avv.F.Miro”

Scuola Forense Taranto

29 marzo 2017 ore 15:30

Programma:

SALUTI ISTITUZIONALI

RELATORI:

Dott.ssa Bombina SANTELLA, Presidente Tribunale per i minorenni di Taranto

Dott.ssa Antonella DE LUCA, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Taranto

Avv.Paola DONVITO, Avvocato Civilista, esperto in Diritto di Famiglia

Dott.ssa Mariella BRUNO, Psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Angela ROGGES, Questore aggiuntodella Polizia di Stato

MODERA

Dott.ssa Fulvia MISSERINI, Magistrato presso la II Sezione Penale del Tribunale di Taranto, Segretario ANM sezione di Taranto

*Evento valido ai fini dell’attribuzione di 3 crediti formativi