Psicologia del Turismo a Taranto

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Lo sapevate che il turismo rappresenta la principale attivita’ economica del mondo? E’una vera e propria “industria turistica” che muove oltre 5 miliardi di persone ogni anno e che dà lavoro a milioni di persone!

tarantoMentre nei secoli addietro il viaggio, la vacanza, il turismo erano attività d’elite oggi il turismo coinvolge milioni di persone di ogni livello sociale ed economico. La nostra società frenetica e complessa ci porta a sviluppare non solo il “desiderio” di turimo ma il “bisogno” di turismo, ecco perchè sento che viaggiare non è un optional ma una vera e propria “necessità” per noi esseri umani. Viaggiare significa nutrire il nostro corpo e la nostra mente e per farlo occorre affidarci a persone che siano in grado di ascoltare i nostri bisogni e desideri.

In queste settimane ottembrine ho vissuto, in qualità di docente, un viaggio alla scoperta delle risorse umane della nostra terra jonica, in cui ho potuto appurare che l’esperienza turistica si fonda sicuramente su una soggettiva  valenza emotiva, sociale ed economica e proprio per questo è opportuno che psicologi, tour operators, guide turistiche, enti che si occupano di turismo si confrontino sui temi della formazione e della informazione turistica a favore di una piena fruizione delle risorse ambientali e conseguentemente turistiche.

Ieri si è concluso il per-Corso di Formazione che ha dato alla luce le nuove “Guide Ciclo-Turistiche Ambientali Uisp”  di Taranto.

Il corso è stato promosso dall’Unione Italiana Sport per Tutti – U.I.S.P. – di Taranto (Antonio Adamo, presidente Uisp Taranto) in particolare dalla Lega Ciclismo Uisp Taranto, presidente Giovanni Punzi.

Ritengo che le nostre bellezze ambientali, culturali e gastronomiche seppur meravigliose in sè, non siano però sufficienti per poter “fare” e “vivere” un “Turismo di qualità”.

                                                                                Un turismo di qualità è fatto di “persone”!

Spesso un turismo di qualità non è fatto solo di bei posti o specialità culinarie da gustare…anzi a volte sono fattori secondari addirittura!

Un turismo di qualità è correlato alla qualità delle relazioni tra persone, a capacità interattive all’interno dei gruppi, capacità interpersonali e capacità organizzative, pertanto non ci si può improvvisare, occorre formarsi per saper “accogliere” il turista e “guidarlo” alla scoperta della nostra meravigliosa Terra. Esiste una branca della scienza psicologica che affronta questo affascinante tema: la Psicologia del Turismo.

La guida turistica funge da vero e proprio mediatore tra scienza e impresa, affrontando l’analisi della domanda e dei bisogni di turismo, progettando così adeguate offerte sulla base dei desideri di esperienza turistica. Questo vuol dire acquisire specifiche competenze psicologiche e interpersonali.

La formazione interdisciplinare intorno alla Psicologia del Turismo favorisce infatti  “il rilancio dell’immagine complessiva del territorio, attenzione alle identità e alle tradizioni, promozione del benessere psico-fisico e della qualità della vita” ( C. Serino, Congresso di Psicologia del Turismo, Milano, 2005).

turismo-uisp

Guide Ciclo Turistiche Uisp Taranto

Ho avuto l’onore di poter contribuire alla formazione delle guide ciclo-turistiche ambientali neonate a Taranto e presto operative nel nostro territorio. Qui di seguito riporto le indicazioni fornite dall’Ente promotore Uisp rispetto al Corso di Formazione Uisp tenutosi a Castellaneta Marina (Ta) nel mese di Ottobre 2016.

 

 

fonte: www.bicinpuglia.it

COME ESSERE GUIDA CICLOTURISTICA AMBIENTALE UISP

La UISP Ciclismo Puglia in collaborazione con il settore formativo nazionale ed il settore guide UISP ha dato vita alla formazione per una nuova figura tecnica operativa : La Guida ciclo turistica ambientale UISP.

Esperienza unica del suo genere, perché non privilegia la prestazione tecnica atletica e non privilegia il turismo storico delle guide monumentali.
L’obiettivo è di formare operatori preparati tecnicamente e ciclisticamente, ottimi conoscitori delle peculiarità ambientali e delle tradizioni culinarie, paesaggistiche, culturali, storiche. Operatori che sappiano la parte meccanico ciclistica, oltre ad un buon carattere e rapporto umano, che sappiano vivere in un gruppo e condurlo con un rapporto intenso per i sapori, la storia, le tradizioni, la cultura popolare, le ricchezze naturali, il folclore, le ricchezze floro-faunistiche.

La GUIDA cicloturistica ambientale UISP trova interessati buona parte dei cittadini, sportivi, scolaresche, centri ricreativi, culturali, ambientali, persone di ogni età, tono sociale e cultura; promovendo tour ed escursioni su strada con bici da strada, od in escursioni naturali con bici da fuori strada o da mountain bike; o con city bike per condurre gruppi in città o nei centri storici; con qualsiasi bici per riscoprire con le tradizionali sbiciclate i sapori, gli odori, i gusti delle tradizioni rurali e popolari.

Il futuro vedrà sempre più crescere la necessità di figure qualificate e professionali per rispondere alle sempre più crescenti richieste e necessità ambientali dei cittadini. Nei paesi Europei ed Americani il turismo in bicicletta è molto avanzato e sempre più interessato all’ Italia.
Ci sarà quindi sempre più necessità di operatori-guide ottime conoscitrici del territorio, per trasmettere le ricchezze del loro territorio; crescerà il lavoro con gli agriturismi, gli alberghi, gli ostelli, i tour operators e noi crediamo che la Guida UISP ben possa collocarsi in tale contesto.

Tutto ciò in base alle ciclo turismoproprie capacità turistiche, tecniche, meccaniche, umane, di contatto, di capacità socializzante e di comunicazione.

L’attività delle guide viene svolta in modo individuale e collettiva (più guide) che si costituiscono in circoli (gruppi di lavoro) con adesione UISP per avere le coperture assicurative in RCT per tutto ciò che concerne l’organizzazione e gestione delle escursioni e tour
Individualmente la guida deve tesserarsi e quindi assicurare per danni a terzi e per infortunio personale con la tessera di tipo D che la UISP propone, applicando la tabella 2 di liquidazione dei sinistri.
L’attività dei circoli si svolge per soci e per clienti soci del circolo, per avere in automatico le coperture assicurative, oppure stipulando le apposite polizze giornaliere per i non soci, assicurandoli per danni a terzi e per infortunio.
Tutto il lavoro delle guide è coordinato e vistato dalla UISP ciclismo nazionale settore Guide, dando tutti i supporti informativi, tecnici, assicurativi, regolamentari ed amministrativi.
Periodicamente le guide devono partecipare agli stage di aggiornamento, di verifica del lavoro svolto e dei metodi di gestione.

About Mariella Bruno

Mariella Bruno è psicologa e psicoterapeuta nella provincia di Taranto, Puglia, Italia.